Quotazione oro usato

Come calcolare la quotazione dell'oro usato, la sua valutazione ed il prezzo

Sei alla ricerca di informazioni e aggiornamenti attendibili sulle quotazioni dell’oro usato? Probabilmente, allora, anche tu sei tra coloro che digitano su internet “quotazione oro usato”, “prezzo oro usato” o “valore oro usato”, con l’obiettivo di capire quanto vale realmente il patrimonio in oro che possiedi, per poi rivenderlo al prezzo migliore di mercato. Se è così, occorre fare una premessa e capire bene la differenza tra gli oggetti in oro che solitamente si acquistano in famiglia, o si ricevono come regalo, - ad esempio collane, bracciali, orecchini, ecc - e l’oro da investimento, come lingotti o monete.

Prima di iniziare con l’analisi della quotazione dell’oro usato, è opportuno ricordare che l’oro è un metallo prezioso, e - come tutti i metalli di questo tipo - è quotato in borsa. Il valore dell’oro – e quindi anche di quello usato - subisce enormi influenza dalla situazione politica ed economica generale mondiale e la quotazione ufficiale - monitorabile nei grafici e nei listini in tempo reale - si riferisce all’oro puro, ovvero oro 999, detto oro 24 carati.

Gli oggetti e i gioielli in oro che hai intenzione di vendere sono, invece, quasi sicuramente realizzati in oro 18 carati, ovvero l’oro 750. Non dobbiamo mai darlo per scontato – pertanto occorre accertarsene – ma è quasi sempre così.
Ciò significa che la lega con la quale è stato realizzato il tuo gioiello è composta per il 75% di oro e il 25% di altri metalli, fondamentali per conferirgli sia il tipico colore, sia la resistenza, che garantisce l’indossabilità degli oggetti in oro e la loro conservazione all’usura.

La presenza di leghe di altro tipo (ovvero quel 25% di metalli che non sono oro) non è quindi sinonimo di truffa da parte del gioielliere o dell’orafo, ma anzi permette ai preziosi di essere indossati e portati con tranquillità, senza subire danni e l’usura del tempo. Un gioiello in oro puro, infatti, non sarebbe un ottimo affare come sembra, perché troppo flessibile e soggetto a danneggiamenti.

A questo punto, abbiamo chiarito la composizione dei comuni gioielli in oro venduti sul mercato e per risalire alla quotazione dell’oro puro occorre togliere appunto quel 25% rappresentato dalle leghe utilizzate nella lavorazione.

Come calcolare, allora, la quotazione dell’oro usato?

Dalla quotazione dell’oro puro, che si aggira intorno ai 30 euro al grammo, occorre togliere il 25% del prezzo per ottenere il valore reale che possiamo percepire davvero per ogni grammo di oro venduto; in sintesi: 30 euro meno il 25% fa 22,50 euro al grammo. Questo valore va poi moltiplicato per i grammi di peso di ogni oggetto che volete vendere, per avere il prezzo dell’oro usato di mercato.

Con questa quotazione dell’oro, il compratore potrà acquistarlo tra i 19 e i 20 euro al grammo, perché il margine corrisponderà al suo guadagno lordo, considerando anche le spese vive di affinazione e fonderia.
Solitamente, chi promette di supervalutare il vostro oro, parlando di quotazioni altissime, finisce solitamente con il tirare brutti scherzi. Per questa ragione è fondamentale rivolgersi a professionisti seri di settore, meglio ancora se direttamente alle fonderie, che lavorano da decenni nel mondo dell’oro usato.

Contattaci
Inserisci i tuoi dati, ti risponderemo al più presto
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)