Mar, 23 ottobre 2018

Ungheria, Cina, Russia, Polonia comprano Oro fisico. E Tu?

Negli ultimi mesi, le banche Centrali di questi paesi hanno fatto incetta di oro fisico a scopo di preservare il potere di acquisto della loro moneta.

Le Banche Centrali di Ungheria, Cina, Russia, Polonia investono in Oro Fisico, aumentato di molto le loro riserve strategiche per proteggere la loro valuta. Tanto per inciso sottolineiamo che Polonia e Ungheria pur facendo parte dell’Unione Europea, mantengono al contrario la loro moneta e quindi la sovranità monetaria.
Per la prima volta dal 1986, la banca centrale ungherese sta acquistando lingotti d'oro, un sacco di lingotti d'oro!
Il paese dell'Europa orientale ha annunciato di aver aumentato di dieci volte le sue riserve auree, fino a 31,5 tonnellate. Non solo ha aumentato drasticamente le sue riserve, ma ha anche rimpatriato l'oro dalla Banca d'Inghilterra a causa delle preoccupazioni sulla stabilità finanziaria della stessa Gran Bretagna. Le banche centrali in Europa si stanno diversificando in oro o si danno da fare per rimpatriarlo.
L'Ungheria e la Polonia sono le banche centrali che più di recente hanno comprato oro fisico, ma seguono le orme di Austria, Paesi Bassi e della potente Bundesbank tedesca, che hanno rimpatriato il loro oro dalla Banca d'Inghilterra e dalla Federal Reserve negli ultimi mesi e anni. "L'oro è ancora considerato uno dei beni più sicuri al mondo", ha detto la banca centrale ungherese.

Questa opinione è condivisa dal presidente della BCE Mario Draghi che nel febbraio 2013 ha chiarito come “l’oro è una riserva di sicurezza" che "offre protezione dal valore contro le fluttuazioni del dollaro".
Le riserve auree della banca centrale rimangono molto piccole rispetto all'ampiezza delle loro massicce riserve in valuta estera e alla loro significativa esposizione al dollaro Usa in particolare, ma anche all'euro e ad altre valute di riserva.
La tendenza di un numero sempre maggiore di banche centrali che aumentano le loro riserve auree è destinata a continuare. Probabilmente si intensificherà dato il grado di incertezza geopolitica e finanziaria e le tensioni nel mondo che sono in cosante crescita.
Esiste anche il rischio reale che il dollaro venga drasticamente svalutato nei prossimi anni, quando i deficit del bilancio USA risulteranno nuovamente in crescita e il continuo accrescimento del debito nazionale americano da parte di Trump diventerà un problema piuttosto serio.

In questo contesto consigliamo sempre di diversificare il vostro portafoglio investendo in Oro fisico, che a differenza dei certificati di investimento non ha il rischio controparte. Non siamo noi a dirlo ma la storia.

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.