Lun, 2 novembre 2020

Sfida Trump Biden: cosa farà l’Oro?

La grande incertezza che accompagna non solo le elezioni del nuovo Presidente Americano, ma soprattutto le politiche che verranno adottate, spingono gli investitori a rifugiarsi nell’oro.

A meno di pochi giorni dalle elezioni presidenziali statunitensi del 3 novembre, l'oro rimane ancora sotto pressione. L'elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America è potenzialmente uno dei più importanti eventi seguiti dagli investitori, poiché la vittoria di uno o dell’altro candidato, potrebbe modificare di molto l’assetto politico/fiscale/economico dell’intero mercato finanziario e quindi le conseguenti decisioni della Federal Reserve che deve tenersi pronta a reagire all’esito di questo evento. Il tutto si aggiunge naturalmente, alle continue preoccupazioni per una rinnovata accelerazione dei casi Covid-19 in Europa, l'attuale epicentro.

I mercati azionari statunitensi in queste ultime settimane hanno subito una forte discesa, proprio quando i principali Paesi europei hanno annunciato nuove misure di blocco. Nonostante la discesa del Gold, il suo prezzo è rimasto abbastanza stabile in questo periodo, intorno al valore chiave a $1.900. In particolare l'oro ha ricevuto un discreto supporto dai rendimenti obbligazionari dei Titoli Usa a 10 anni, che rimangono inchiodati intorno al valore di 0.75% ormai dal mese di Aprile, soprattutto a causa del continuo aumento dei casi di coronavirus che hanno danneggiato il livello generale di propensione al rischio, e hanno aumentato al contempo le prospettive di ulteriori misure fiscali e monetarie da parte delle Banche Centrali.
Bisogna osservare inoltre che, mentre i grandi speculatori nel mercato dei futures sull'oro come hedge fund hanno più che dimezzato la loro esposizione a mercato dall'ultimo picco di febbraio, al contrario le partecipazioni totali in fondi negoziati in borsa (ETF) sostenuti da lingotti hanno visto una continua ascesa all'attuale livello quasi record di circa 111 milioni di once.
I fondamentali dell'oro rimangono ancora positivi: i tassi di interesse reali rimangono in territorio negativo, mentre il dollaro USA si è recentemente indebolito rispetto alla primavera.

Ora in vista delle elezioni presidenziali Usa, che si terranno il 3 novembre, la forza degli investimenti sull’oro dipenderà soprattutto dal candidato vincitore. Lo scenario migliore per l'oro sarà una vittoria del partito democratico poiché implicherebbe maggiori possibilità di tasse più alte, maggiore regolamentazione e grandi stimoli fiscali.
La vittoria di Trump dovrebbe comunque essere positiva per l'oro, in quanto rappresenterebbe una continuazione delle guerre commerciali, dei deficit di bilancio e dell'incertezza geopolitica. Dopotutto, come indica il grafico sottostante, l'oro ha visto un aumento di circa il 50% durante la presidenza Trump.

Lo scenario peggiore (ma non necessariamente significativamente negativo in termini assoluti) potrebbe essere la vittoria di Biden, ma con i repubblicani che mantengono il Senato.

In ogni caso, lo stimolo fiscale ci sarà, nonostante sia incerto l’esito delle elezioni. L'unica differenza è che i democratici sono disposti a spendere di più. La nuova spesa pubblica aumenterà il deficit fiscale e il debito pubblico dovrebbe essere ancora più favorevole per l’oro.

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

--

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci! I nostri consulenti sono sempre a tua disposizione via e-mail (orovilla@orovilla.com) oppure telefonicamente al numero 02 8853.215.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)