Ven, 7 maggio 2021

Sempre più Stati permetteranno di acquistare in oro e argento

I tedeschi fanno incetta di oro fisico, come monete e lingottini. E intanto la preoccupazione per l'inflazione e l'indebolimento del dollaro USA, sta spingendo sempre più Paesi a riconoscere le monete d'oro e d'argento come moneta a corso legale.

Secondo Ed Moy, ex direttore della Zecca degli Stati Uniti, l'oro e l'argento potrebbero iniziare ad avere una nuova vita e soprattutto un maggiore peso nell'economia reale ovvero in tutto quello che quotidianamente facciamo, come la spesa a l supermercato, pagare le bollette e molto altro. Infatti molti Stati stanno modificando parte delle legislazioni precedenti proprio per permettere all'oro e argento di avere corso legale. In particolare la Costituzione Americana, consente agli Stati di dare ai propri cittadini la possibilità di saldare i debiti in oro e argento, e probabilmente di estenderne l'utilizzo negli ambiti della vita quotidiana.
"Ciò che viene consentito agli stati di fare è dare ai propri cittadini la possibilità di saldare i debiti in oro e argento. Non è mai stato esercitato da quando è stato scritto nella Costituzione fino a poco tempo fa. Dopo la crisi finanziaria, un certo numero di stati, il numero attuale è 12 di loro, stanno cercando di capire come rendere operativo l'articolo 1, sezione 10, per consentire ai loro cittadini di comprare e vendere cose in oro e argento ", ha detto Moy, che è stato il direttore della Zecca degli Stati Uniti tra il 2006 e il 2011 sotto il presidente Bush e il presidente Obama.

Intanto in Germania, grazie alla consapevolezza acquisita delle le proprietà protettive date dall’oro fisico, continua a crescere in risparmio dedicato all’oro, dove secondo le ultime statistiche, le famiglie private tedesche detengono oltre il 6 per cento delle riserve auree mondiali, l'equivalente di 616 miliardi di euro secondo le ultime rilevazioni.

  • Il 93,2 percento è soddisfatto del proprio investimento in oro (2019: 91%)
  • Più di tre quarti degli intervistati prevede di acquistare più oro (2019: 78%).
  • In media, ogni investitore in oro ha investito € 4.250 negli ultimi due anni.
  • Il 5% erano acquirenti per la prima volta.

Motivi prioritari forniti per gli investimenti in oro:

  • conservazione del valore (43,9%);
  • protezione dall'inflazione (33%);
  • estetica (31,1%);
  • l'aspetto di "tenere nelle mani un investimento reale e ad alto valore aggiunto (29,7%).

Nella pandemia, la percentuale di investitori della "Generazione Z" (nati tra il 1995 e il 2010) è aumentata: dal 15,6% al 23,3%.

Tutto questo è un motivo in più per riflettere in autonomia, sul reale valore dell’oro fisico.

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

--

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci! I nostri consulenti sono sempre a tua disposizione via e-mail (orovilla@orovilla.com) oppure telefonicamente al numero 02 8853.215.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)