Lun, 21 giugno 2021

Perché l'oro è sceso di quasi $ 100?

Nel giro di poche ore, il prezzo dell’Oro è sceso di $100 e circa €1.5/gr. Ma di preciso cosa ha innescato questo crollo e vendite a cascata? Vediamo di chiarire le dinamiche.

Innanzitutto vorremmo tranquillizzare tutti coloro che in questi frangenti si chiedono se l’oro abbia perso il suo status di Bene Rifugio. Ebbene nessuna preoccupazione sotto questo aspetto perché da oltre 2.500 anni detiene questo potere e lo manterrà anche in futuro.
La situazione fondamentale con tassi di disoccupazione superiori alle stime ed economia ancora fragile, rimane favorevole agli acquisti di oro.

Ma cosa è successo al nostro metallo prezioso che in sole 24 ore, è riuscito a perdere quasi 100$? Il tutto è avvenuto dopo che la Federal Reserve ha segnalato che l’aumento dell'inflazione sarà transitorio e ha aggiornato le sue proiezioni future, indicando addirittura che potranno esserci due aumenti dei tassi di interesse già nel 2023.
Per i non addetti ai lavori questo magari significa poco. Al contrario invece questa notizia ha spaventato gli investitori istituzionali e i gestori spingendoli a comprare il dollaro Usa, facendo aumentare il rendimento dei Titoli del Tesoro USA a 10 anni. E l'oro è di conseguenza crollato. La discesa del metallo prezioso è stata intensificata dalle vendite tecniche soprattutto quando l'oro è sceso sotto i 1.800 dollari e si è avvicinato al test del supporto critico a 1.770-60 dollari.

Durante la conferenza stampa, che ha fatto seguito alla dichiarazione della Fed di mercoledì, il presidente Jerome Powell ha cercato di rassicurare i mercati che il comunicato, nel quale vengono indicati due possibili rialzi dei tassi già nel 2023, dovrebbe essere preso come un'ipotesi e non come realtà.
In particolare ha sottolineato che "Non abbiamo discusso se l'aumento sia già stabilito, quanto piuttosto sia uno scenario eventuale, qualora la crescita dell'economia continui su un percorso positivo. In questo momento è troppo presto per parlarne. Il dot plot non è uno strumento di previsione delle future variazioni dei tassi, ma solo un indicatore di tendenza, che potrebbe cambiare strada facendo".

Gold US$/oz

Powell ha anche ribadito che la Fed vede il picco dell'inflazione come transitorio, facendo paragoni con l'aumento dei prezzi del legname, che ora appunto si stanno stabilizzando.
Secondo la Fed, i prezzi delle materie prime, che sono aumentati molto rapidamente a causa delle carenze e dei colli di bottiglia, ora dovrebbero smettere di salire. E in alcuni casi dovrebbero addirittura scendere.
Tuttavia il mercato ha già preso una decisione e considerando l'annuncio della Fed sorprendentemente aggressivo e sfavorevole per l'oro, ha deciso di venderlo con le conseguenze che abbiamo visto.
Ciò nonostante secondo gli analisti di Commerzbank “gli aumenti dei tassi tra due anni sono troppo lontani per giustificare un simile crollo dei prezzi, soprattutto perché i rendimenti sono ben al di sotto del tasso di inflazione previsto”. Ed in particolare considerano eccessivo il calo dell'oro, soprattutto tenendo che il metallo giallo aveva già perso parte dei suoi guadagni nei giorni precedenti l'annuncio della Fed.

L'oro è un bene veramente globale e una copertura non solo contro il prezzo di beni e servizi, ma anche contro l'erosione del potere d'acquisto in generale.

--

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

--

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci! I nostri consulenti sono sempre a tua disposizione via e-mail (orovilla@orovilla.com) oppure telefonicamente al numero 02 8853.215.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)