Sab, 9 dicembre 2017

Perché i BitCoin non sostituiranno l’Oro Fisico

Il crescente interesse verso le Criptovalute, il prezzo estremo dei Bitcoin, portano sotto le luci della ribalta un fenomeno tipico della nostra epoca che si sta spostando sempre più verso il mondo virtuale. Ma ricordiamo che le nostre radici sono in un mondo reale, come l’oro fisico.

Secondo la pubblicazione dell'indice di settore "Gold Demand Trends" del World Gold Council (WGC), il terzo trimestre ha visto un calo del 9% della domanda di oro nello stesso periodo del 2016; e mentre la domanda di fondi negoziati in borsa con oro (ETF) è cresciuta di 18,9 tonnellate durante il trimestre, questo è imputabile rispetto al flusso di 144,3 tonnellate nel terzo trimestre del 2016. Forse il più significativo è il fatto che la domanda globale è ora al suo livello più basso dal terzo trimestre 2009. In particolare il WGC mette in evidenza la debole domanda di gioielli come fattore contributivo particolarmente importante e tuttavia pone per la prima volta la domanda: gli investitori aggiungono bitcoin e altre valute digitali ai loro portafogli in essere al posto dell'oro fisico?

Ci sono alcune prove crescenti da suggerire così. Un recente sondaggio online condotto da Harris Poll su più di 2000 giovani adulti condotti dal sondaggio Harris per conto della Blockchain Capital Blockchain ha rilevato che il 19% dei Millennial (18-34 anni) preferirebbe possedere bitcoin sull’oro. Inoltre, il 27 percento ha dichiarato di preferire il bitcoin alle azionii; Il 30 percento sceglierebbe bitcoin sui titoli di stato; e il 22 percento sceglierebbe bitcoin nel settore immobiliare. Sono le somiglianze che l'oro fisico e il bitcoin possiedono che stanno guidando gli analisti ad inferire un grado di sostituibilità tra i due. Ad esempio, entrambi i beni hanno un'offerta limitata: esiste solo una quantità fissa di oro che esiste nel mondo, mentre ci sarà sempre un massimo di 21 milioni di bitcoin in circolazione. Entrambi sono "estratti" in un modo di dire: l'oro viene estratto dalla terra e bitcoin usando la crittografia.

Mentre ci sono alcune sorprendenti somiglianze tra i due beni, tuttavia, ci sono anche differenze distinte. Il più ovvio è il fatto che l'oro è un bene tangibile che esiste nel mondo reale; bitcoin non è solo una rappresentazione digitale della proprietà del valore. Durante i suoi nove anni di esistenza, inoltre, il prezzo del bitcoin si è dimostrato significativamente più volatile di quello dell'oro e di quasi tutti gli altri beni tradizionali. In effetti, data la sua breve storia di oscillazioni dei prezzi irregolari e violente, rimane discutibile se il bitcoin possa davvero essere considerato un "deposito di valore". Come è stato recentemente notato da Goldman Sachs, l'oro "è chiaramente migliore nel tenere il suo potere d'acquisto e ha una volatilità giornaliera molto più bassa". La banca statunitense ha inoltre osservato che la volatilità del bitcoin nel 2017 è sette volte più elevata di quella dell'oro.

L'oro si è dimostrato un deposito affidabile di valore per millenni e il suo appeal universale significa che può essere convertito in denaro in qualsiasi parte del mondo; e il suo valore non è limitato dal confine di una qualsiasi giurisdizione. Il bitcoin, al contrario, non esiste nemmeno da 10 anni. il WGC ha messo un valore su tutto l'oro che è stato estratto di $ 7,8 trilioni, che è di diversi ordini di grandezza superiore alla capitalizzazione di mercato di $ 300 miliardi di tutte le criptovalute combinate; mentre il valore di mercato del bitcoin da solo è "appena" $ 175 miliardi.
Inoltre, con molti analisti che confrontano l'attuale boom della criptovaluta con la bolla delle dotcom della fine degli anni '90, rimane il rischio che si verifichi un grave incidente.
Chiaramente, le valute digitali sono ancora molto nella loro infanzia, e solo il tempo dirà se la loro crescita e popolarità portano all'accettazione tradizionale.
Al contrario l’oro fisico con la sua comprovata esperienza nel corso di migliaia di anni significa che gli investitori sanno cosa stanno ottenendo con il metallo giallo; e forse solo per questa ragione, rimarrà sempre una scelta più sicura e affidabile per la sicurezza all'interno di un portfolio ben diversificato (ne abbiamo parlato in precedenza in questo articolo: "Quale investimento può offrire maggiori garanzie?")

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.