Ven, 27 maggio 2016

Perché ora conviene investire in Argento

Il metallo prezioso ha ottenuto una performance di tutto rispetto. Investire in questo metallo significa non solo beneficiare di ulteriori rialzi ma soprattutto mantenere protetto il proprio capitale.

Il prezzo dell'Argento ha visto un notevole impulso rialzista, che lo ha portato a superare l'area di resistenza critica dei $16, complici gli hedge funds e altri operatori "speculativi" che hanno spinto le loro scommesse rialziste a nuovi record storici. Area di resistenza che a livello mensile, vede il valore di chiusura del mese di aprile del 2015, giusto un anno fa.

Il forte calo del rapporto oro / argento, che misura il numero di once d'argento necessarie per acquistare un'oncia d'oro, suggerisce che alcuni investitori potrebbero aver iniziato a sostituire le loro posizioni in oro con quelle in argento.

E questo sembra aver dato all’argento quella forza che ha contribuito inequivocabilmente a dare lo sprint ad uno strumento che fino a qualche mese fa aveva sonnecchiato a favore dell'oro. il valore di quasi €500 per kg sul Silver non è cosa da poco soprattutto se tale livello è stato raggiunto nel giro di poche settimane. Guardando il grafico dello strumento, ricapitoliamo brevemente le tre importanti fasi tecniche che hanno accompagnato il metallo bianco in quest'ultimo periodo:

  • Break out della trend line discendente di lunghissimo periodo
  • Golden cross, incrocio al rialzo della media mobile a 55 periodi con quella a 200 periodi
  • Forte rally fino al livello di resistenza critica a €500

Dopo il ritracciamento fino all'area di supporto a €450, il metallo sembra aver la forza di rimbalzare. E questo potrebbe essere il momento più opportuno per iniziare ad accumulare posizioni sul’argento acquistando direttamente il metallo fisico, incrementando eventualmente qualora i prezzi risalgono sopra il valore di €480.

Analizziamo gli aspetti fondamentali di questo metallo: Thomson Reuters ha riferito che il mercato d'argento ha chiuso il 2015 con un deficit fisico annuale per il terzo anno consecutivo. Ed il deficit di quest'anno è di 129,8 milioni di once con un aumento del 60 per cento rispetto ai valori dello scorso anno e soprattutto il terzo più grande deficit mai registrato.

La domanda spontanea è perché il prezzo dell'argento non è cresciuto anche in precedenza? La risposta sta nella condizione implicita in cui si formano i prezzi: nel caso dei metalli, il deficit influenza in particolare gli acquisti di metallo fisico appunto. Ma il deficit non influenza il mercato dei futures e delle opzioni che invece tendono a formare il trend primario.

Un concetto di non facile comprensione, ma che fotografa ciò che è successo in questi anni in cui gli investitori hanno aperto enormi quantità di posizioni short, rilevabili dal Commitment of traders (COT). Oggi invece la situazione appare speculare con i fondi hedge che detengono posizioni net-long a livelli record (Fonte: Bloomberg). E i prezzi infatti non mentono.

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)