Ven, 1 aprile 2022

Oro la battaglia tra rialzo e ribasso

Volatilità Oro: una lotta fra venditori e compratori

In queste ultime settimane l’oro ha visto una crescita della volatilità giornaliera ovvero delle escursioni di prezzo. Ma quali porrebbero essere i fattori da guardare oltre la crisi geopolitica?

L'oro nelle ultime settimane è stato testimone di una lotta tra i venditori nel mercato dei futures, da parte di trader tecnici che usano quindi la leva finanziaria e spesso con posizioni a breve termine, e compratori di oro fisico che investono più nel lungo termine allo scopo di proteggere i loro portafogli di investimento. Si è visto infatti un forte incremento delle posizioni di lungo termine nel mercato degli ETF appunto coperti da oro fisico. Dal punto di vista tecnico il primo supporto chiave si trova nell'area $1.890-$1.900 mentre per modificare l'attuale tendenza, è necessaria un ritorno sopra $1.950. Le partecipazioni del più grande fondo negoziato in borsa garantito dall'oro del mondo, SPDR Gold Trust, sono aumentate dello 0,5% a 1.093,18 tonnellate, il massimo livello da fine febbraio 2021.

In particolare, i motivi dell'acquisto da parte degli investitori, sono le preoccupazioni per le prospettive di crescita dell'inflazione in modo incontrollato per un periodo prolungato E questo costringerebbe la Fed a rialzare i tassi molto più velocemente di quanto previsto esponendosi tuttavia a commettere un grave errore politico.

Anche in Europa l'inflazione è salita troppo: In Spagna, l'inflazione è cresciuta al livello più alto degli ultimi quattro decenni, mentre in Germania è balzata al livello più alto dall'inizio degli anni '90 dopo la riunificazione del paese.
A ciò si aggiunge una prospettiva generale incerta per azioni e obbligazioni, che ha ridotto l'impatto negativo (altrimenti normale) dell'aumento dei rendimenti reali.

L'oro è sempre stato il miglior asset per contrastare l'inflazione, l'incertezza aumentata oggi ancor di più a seguito della guerra russo-ucraina. Finché questi due fattori continueranno a dominare il sentiment del mercato, le possibilità di un'ulteriore tendenza al rialzo dei prezzi dell'oro rimangono intatte. C’è da sottolineare tuttavia come anche il dollaro Usa è stato al centro dell’attenzione da parte degli investitori grazie al suo status di bene rifugio e il conflitto in Ucraina ha alimentato ulteriormente le aspettative che la Federal Reserve statunitense aumenterà i tassi di interesse molto più rapidamente di quanto atteso dal mercato.
Anche il settore obbligazionario ha subito molta volatilità nelle ultime settimane poiché aiutati dalle aspettative di inasprimento monetario da parte della Fed, i rendimenti del titolo del Tesoro decennale statunitense si sono rafforzati vicino ai massimi pluriennali, aumentando il “costo opportunità” di detenere oro fisico che come sappiamo non offre un flusso cedolare.

In ogni caso il bene rifugio rimane sotto stretta osservazione da parte degli investitori che si concentreranno su tre fattori principali - la guerra Russia-Ucraina, i nuovi blocchi COVID in Cina e l'aumento dell'inflazione globale. E l’oro una volta che il mercato tornerà ad essere “più tranquillo” potrebbe ritornare a crescere.

--

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)