Ven, 1 giugno 2018

Niente Oro in portafoglio? Ecco i risultati

In queste settimane la politica Italiana ha mostrato un empasse. Spread in forte crescita: Ecco un esempio pratico di come si è comportato l’oro.

In questi giorni siamo stai tempestati dalle varie televisioni, edizioni straordinarie, giornali e tutto quanto fa spettacolo, sulla crisi politica in Italia. Naturalmente non entreremo nel merito specifico, ma lo prendiamo come spunto per vedere proprio all’atto pratico ed in una situazione attualissima come si è comportato l’oro come bene rifugio e come strumento di crescita finanziaria.
L’oro abbiamo visto nei mercati internazionali si è stazionato intorno al livello di $1.300 dollari per oncia, ma questo è un dato meno significativo. Noi ci troviamo nella zona Euro quindi dobbiamo rapportare le quotazioni in Euro per oncia o meglio in Euro per grammo.
Nelle ultime settimane, la crisi di Governo nel Bel Paese ha messo le ali allo spread, che senza entrare nella descrizione effettiva, spieghiamo che viene usato come un valore chiave per quanto riguarda i timori degli investitori sul rischio del nostro Paese. In altre parole, più aumenta, maggiore è in rischio che l’Italia possa trovarsi in serie difficoltà. A farne le spese naturalmente sono i cittadini italiani. Questo naturalmente non succede solo nello Stivale, ma in tutti gli Stati del mondo.
Quando sale la febbre dello spread, la prima cosa da fare è non farsi prendere dal panico e osservare attentamente ciò che sta accadendo. Se la crescita dello spread continua per più settimane, conviene prendere le contromisure.
Tuttavia il consiglio ancor più valido, perché trovarsi in difficoltà e non prevenire il fattore rischio? Per fare questo non occorre essere grandi economisti, ma è sufficiente acquistare un po’ di oro fisico a protezione del portafoglio.

Facciamo un esempio pratico: per chi avesse acquistato 10.000 euro di BTP scadenza 2027 una diecina di giorni fa e oggi li rivendesse, accuserebbe una perdita di circa 1.000 euro ovvero il 10% (Fonte dati: Banca Italia, Borsa Italiana).
Per chi invece avesse scelto di comprare oro per lo stesso importo, rivenduto oggi al contrario avrebbe ottenuto un guadagno di circa 1.000 euro (fonte dati: Fixing oro Sole 24ore, Banca Centrale Europea fixing Euro).
Tutte le grandi crisi internazionali e nazionali sono partite dal mercato obbligazionario piuttosto che dall’azionario. Ecco perché spesso si guarda allo Spread trai Titoli di Stato Italiani e gli omologhi Tedeschi.
È quindi necessario ricordare sempre che il valore di un bene fisico come l’oro, l’argento e altri metalli preziosi non solo tende a crescere nei momenti di peggioramento economico, ma anche protegge dall’inflazione e dal rischio default di uno Stato.

In fondo in 5.000 anni di storia non si è mai sentito che l’oro valesse zero.

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.