Lun, 6 dicembre 2021

Le Banche comprano oro per proteggersi dall'inflazione

Le banche comprano oro fisico al riparo dall'inflazione

L'oro è un bene rifugio ma soprattutto una riserva di valore che protegge i propri risparmi dall'inflazione che secondo gli economisti, non sarà più transitoria.

Anche le Banche Centrali temono che l'inflazione possa erodere i loro capitali. E per proteggersi acquistano oro fisico. È il caso della Banca Centrale dell'Irlanda che dopo un lungo periodo, si è riaffacciata agli acquisti di oro fisico. Infatti la banca centrale irlandese ha aumentato le sue riserve auree poiché i dati sull'inflazione nell'area dell'euro, hanno mostrato che è molto al di sopra dell'obiettivo della Banca centrale europea.
E proprio in virtù delle proprietà dell'oro come protettore contro l'inflazione, l'acquisto di 2 tonnellate d'oro da parte dell'istituto di Dublino negli ultimi mesi ha posto fine a un periodo più che decennale stop negli acquisti del metallo preziosi da parte del Governo Irlandese.

In ogni caso dietro a questa operazione, rimane il riserbo più assoluto. E sebbene l'istituzione non abbia fornito alcuna ragione per l'aumento delle sue scorte, la scorsa settimana il governatore Gabriel Makhlouf ha avvertito che i responsabili politici non possono permettersi di essere "compiacenti" sull'inflazione.
L'interesse dei banchieri centrali per l'oro è cresciuto molto nella prima metà dell'anno. Le riserve globali sono aumentate addirittura di 333,2 tonnellate, ovvero il 39% in più rispetto alla media quinquennale del periodo, secondo i dati del World Gold Council, che ha anche sottolineato come ci siano stati forti acquisti da parte delle Banche centrali di Thailandia, Ungheria e Brasile.
In questo stesso periodo anche la Banca Centrale di Singapore ha aumentato le proprie riserve auree di circa il 20% all'inizio di quest'anno, con lo scopo secondo la banca centrale, di garantire il valore del proprio portafoglio di gestione.

Prezzo dell'Oro

Intanto il prezzo dell'oro continua a calare con un movimento al ribasso che ha spinto le quotazioni al di sotto dell'area chiave di $1.800 per oncia. In ogni caso ora sembra che gli investitori stiano cercando una zona di consolidamento poiché il prezzo si trova vicino al primo importante livello di resistenza a $ 1.750. Il precedente tentativo rialzista che aveva spinto il metallo prezioso ben al di sopra della media mobile a 200 periodi (la media dei prezzi degli ultimi 200 giorni), è stato completamente annullato e le quotazioni ora sono nuovamente al di sotto di questa media di lungo periodo.

Al momento l’oro sembra essere sottovalutato soprattutto alla luce delle dichiarazioni del presidente della Federal Reserve Americana, il riconfermato Jerome Powell, che ha chiaramente indicato come sia “giunto il momento di ritirare la parola transitoria quando si parla di inflazione" indicando che il rallentamento degli acquisti di assett da parte della Fed sarà "anticipato rispetto alle precedenti comunicazioni". Quindi ora l'inflazione potrebbe assumere una caratteristica più strutturale e quindi il metallo giallo potrebbe esserne favorito.

--

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853-215 - Fax: +39 02-8853-888
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)