Mer, 7 dicembre 2022

Banche centrali comprano Oro Fisico

I dati diffusi dall'ultimo rapporto pubblicato dal World Gold Council (WGC) indica che le banche centrali di tutto il mondo hanno aumentato le loro riserve auree durante il mese di ottobre di quest'anno.

Secondo Krishan Gopaul, Senior Analyst, EMEA World Gold Council, le banche centrali hanno registrato un'aggiunta netta di 31 tonnellate di oro alle proprie riserve durante il mese in oggetto. Ciò ha portato le riserve auree della banca centrale globale al livello più alto dalla metà degli anni '70. Sebbene alcune banche centrali abbiano rappresentato la maggior parte degli acquisti, nessuna ha riportato un calo significativo delle proprie riserve, ha osservato Gopaul.
Il maggior acquirente sono stati gli Emirati Arabi Uniti, che hanno aggiunto più di 9 tonnellate alle proprie riserve auree. Gli acquisti durante il mese di ottobre hanno portato le riserve totali del Paese a quasi 74 tonnellate.
Anche la Banca centrale di Turchia è emersa come il più grande acquirente di oro dall'inizio dell'anno, aggiungendo un totale di 103 tonnellate. Gli acquisti nel mese di ottobre sono stati pari a 9 tonnellate. Seguono a ruota, le banche centrali dell'Uzbekistan e del Kazakistan hanno acquistato rispettivamente 9 tonnellate e 3 tonnellate d'oro per le loro riserve durante il mese di ottobre. Inoltre, la Banca centrale del Qatar ha aggiunto 1 tonnellata alle sue riserve auree ufficiali, ha osservato World Gold Council.

In queste ultime settimane il prezzo dell'oro ha registrato una crescita insieme con l’argento anche se come di consueto in percentuale è cresciuto maggiormente. Grazie a quest’ultimo movimento, non solo l'azione dei prezzi è diventata rialzista, ma l'oro è riuscito a rimanere sopra una zona di supporto tecnica, molto critica negli ultimi tre mesi.

Sebbene il sentimento stia cambiando in modo significativo, tuttavia c'è ancora qualche esitazione nel mercato. Gli investitori possono cominciare ad essere ottimisti su oro e argento, ma non sono ancora pronti ad acquistarli. In particolar modo l'inversione di tendenza è stata innescata da alcuni dati macro economici statunitensi inaspettatamente forti, che hanno aggiunto nuove pressioni sulla Fed affinché mantenga i tassi di interesse più alti più a lungo.
Il fatto particolare da sottolineare tuttavia è che le partecipazioni totali in ETF garantiti da lingotti hanno subito una forte riduzione di 13,7 tonnellate e ciò evidenzia la continua dipendenza dell'oro dal dollaro e dai rendimenti alfine di fornire supporto, e una volta che non lo fanno, si scatenano le vendite.
Secondo gli analisti delle materie prime, la politica monetaria aggressiva della Federal Reserve rimane il driver più significativo da seguire per il mercato dell’oro. Mentre la banca centrale statunitense ha dichiarato che potrebbe rallentare il ritmo degli aumenti dei tassi a dicembre, gli investitori rimangono riluttanti a entrare nel mercato. E sebbene i mercati stiano aspettando che la Federal Reserve rallenti il ritmo dei suoi aumenti dei tassi a 50 punti base il mese prossimo, alcuni analisti hanno affermato che è ancora troppo presto per segnalare qualsiasi svolta nel mercato.

Nicholas Frappell, direttore generale globale di ABC Bullion ha osservato: "I nuovi acquirenti non sono motivati né nello spazio Futures né ETF", ha affermato. "Inoltre, il messaggio della Fed è che, semmai, i tassi rimarranno alti più a lungo e questo aiuterà il Dollaro Usa e i tassi: l'oro sembra essersi ripreso su un percorso ma ci vorrà ancora tempo per vedere una crescita più convinta".

--

Buon investimento a tutti
Carlo Vallotto

DISCLAIMER: Le indicazioni contenute in questo messaggio non costituiscono in alcun modo delle raccomandazioni di acquisto o vendita: esse rappresentano una libera interpretazione dei mercati basata sull’analisi tecnica. Lo scrivente declina ogni responsabilità per le perdite derivanti dalle attività intraprese sulla base di queste analisi.

Contattaci
Ti risponderemo al più presto, i nostri consulenti sono a tua disposizione
Nome *
Cognome *
E-mail*
Numero di telefono
Messaggio
 
Acconsento al trattamento dei dati in base alla normativa.
INFORMATIVA PRIVACY Acconsento al trattamento dei miei dati personali in base al D.L. n. 196 del 30 giugno 2003, tutela dei dati personali. I dati inviati saranno utilizzati esclusivamente per fornire il servizio di offerta/prenotazione e per uso interno, negli stretti limiti del perseguimento delle medesime finalità per le quali i dati sono stati raccolti INVIA RICHIESTA
Tel: +39 02-8853
orovilla@orovilla.com
Lunedi - Venerdi: 08:30 - 17:30
Sabato e Domenica: chiusi
Via Pitagora, 11
20016 Pero (MI)
Via Mazzini, 16
20123 Milano (MI)